Pubblicazioni 2017


IUPNormalizing Occupation. T
he Politics of Everyday Life in the West Bank Settlement

Edited by Ariel Handel, Marco Allegra, and Erez Maggor, Indiana University Press, Bloomington, pp. 244

Much controversy surrounds Israel’s settlement project in the occupied West Bank, and the extremist national and religious agendas at play there have come to define these territories in the minds of most scholars and political commentators. This deeply entrenched framework, however, fails to account for the prevailing pattern of settlement development and the steady growth of the settler population. In contrast to the common emphasis of religious ideology and messianic faith, this collection of essays considers an array of conventionally downplayed historical and structural factors that place the origins and everyday reality of the settlements into a wider perspective, recounting their proliferation as a process of ‘normalization’ – i.e. their ongoing incorporation into Israel’s social, economic and legal fabric.
The collected works consider the transformation of the landscape, the patterns of relationships between the region’s residents, Palestinian and Jewish alike, and the lasting effects of Israel’s settlement policy. They stress, in particular, how factors such as urban and regional planning, rising inequality and the retreat of the welfare state within Israel proper, and the changing political economy of industry and employment in the region, have all played a crucial, yet underappreciated role in determining the ongoing expansion and resilience of Israel’s settlement project. In doing so, the collection provides new insights into the integration and segregation processes that are an integral part of the broader historical trends shaping Israel/Palestine.

______________________________________

238_25Cento anni su una frontiera africana. Dal sogno dell’oro al parco naturale tra Mozambico e Zimbabwe

Corrado Tornimbeni, Collana storica del centro studi per i popoli extraeuropei dell’Università di Pavia, FrancoAngeli, Milano 2017, pp. 188

Il confine tra Mozambico e Zimbabwe, formalmente “congelato” dai trattati internazionali di fine ‘800 tra portoghesi e inglesi, viene “riaperto” dall’istituzione di un’area di conservazione ambientale transnazionale tra i due paesi circa un secolo dopo. Laddove la corsa all’oro aveva portato all’istituzione di una barriera politica tra stati, la speranza dell’accesso alla risorse globali dell’ecoturismo ha condotto alla cancellazione virtuale di un confine tanto artificiale quanto poco efficace nel fermare i flussi indipendenti di popolazione da una parte all’altra. Sulla base di diverse esperienze di studio e di ricerca in archivi e sul campo, questo volume propone l’analisi di cent’anni e più di storia di un territorio di frontiera dove i processi di definizione dei sistemi sociali e politici africani prima, durante e dopo lo stato coloniale hanno mostrato tutta la varietà dell’intreccio tra le molteplici esperienze delle politica locale e internazionale. Cent’anni cruciali per comprendere la realtà politica attuale e ancora oggi soggetti ad una rivalutazione regolata dall’apporto di diverse prospettive disciplinari.

______________________________________

Femminismi e Islam in Marocco. Attiviste laiche, teologhe, predicatrici

Sara Borrillo, ESI Edizioni Scientifiche Italiane, Napoli, pp. XVI+274

Quale rapporto lega istanze femministe, politiche di genere e Islam nel Marocco contemporaneo? E come è cambiato negli ultimi decenni e nel periodo successivo alle proteste del 2011? Grazie a una serie di approfonditi focus etnografici, questo libro lascia emergere le voci dirette delle protagoniste del dibattito sui diritti delle donne: dalle attiviste laiche del femminismo storico alle sempre più importanti intellettuali del femminismo islamico, fino alle teologhe e alle predicatrici dell’Islam di stato. In questo scenario, i due principi di uguaglianza di genere e di complementarità di ispirazione islamica vengono risignificati da attori sociali e istituzioni islamiche ufficiali. E, nel solco del fermento politico e culturale innescato dal Movimento del 20 Febbraio, si intravedono possibili sinergie.

______________________________________

Son of the root. Djedwa Yao Kuman Kulango healer and hunter


Ilaria Micheli, EUT Edizioni Università di Trieste, Trieste 2017, pp. 297

EUT Edizioni Università di Trieste ha appena pubblicato “Son of the root. Djedwa Yao Kuman Kulango healer and hunter” di Ilaria Micheli. Si tratta della traduzione (a cura di Mark Brady) di un volume che, nella sua versione italiana, EUT aveva già pubblicato nel 2011 (“Figlio della radice. Djedwa Yao Kuman guaritore a cacciatore di Kulango”).
Il lavoro è il risultato di una ricerca sul campo durata 12 mesi nel villaggio Kulango (Gur-Volta) di Nassian, in Costa d’Avorio, e di moltissime conversazioni con Djedwa Yao Kuman, il più anziano guaritore tradizionale del villaggio. Seguendo il filo dei racconti dell’uomo (scomparso nell’ottobre del 2008), Ilaria Micheli, autrice anche della prima grammatica della lingua Kulango, ha esaminato il mondo della medicina tradizionale e della caccia, una pratica che sta rapidamente scomparendo dalla regione.
Il libro è disponibile in open access in italiano ed in inglese.

______________________________________

L ignorata eredità agricola africana-page-001La centralità dell’agricoltura nello sviluppo economico e nella crescita. L’ignorata eredità africana e alcune delle esperienze agricole più significative del mondo

Giuseppe Prestìa, Lumi Edizioni Universitarie, Milano 2017

Esce l’8 marzo 2017 la IV edizione del libro di Giuseppe Prestìa sull’importanza dell’agricoltura africana.
“Una documentata e aggiornata rassegna del ruolo dell’agricoltura nello sviluppo economico attraverso fatti, vicende, analisi storiche, economiche, antropologiche dai paesi occidentali a quelli asiatici con lo sguardo rivolto all’Africa, ai suoi drammi e problemi, alla sua povertà, ma anche alla sua grande ricchezza di risorse soprattutto umane”. Qui è disponibile l’indice.

______________________________________

Comments are closed.